giovedì 6 giugno 2019

Piadina con pomodorini nichel free istamina free

Salve a tutti,

anche oggi vi presento una ricetta ottima per chi come me ha problemi di allergia al nichel.



Ho utilizzato i pomodorini dell'azienda Fruithydrosinni che come già detto in altri post produce diversi ortaggi con la tecnica della coltura idroponica. Oltre ai pomodori ho utilizzato anche basilico e prezzemolo sempre senza nichel e senza istamina.

Che dire... I pomodori sono dolcissimi e gustosi e anche se era una semplice piadina farcita con pomodori conditi con olio e basilico e melanzane locali grigliate e condite con prezzemolo ho fatto un pranzetto ricco come da tempo non facevo.



Per chi volesse acquistare questi prodotti può cliccare qui e collegarsi al loro sito. 



 E buon appetito e vi aspetto per la prossima ricetta. 

mercoledì 5 giugno 2019

Pesto con basilico viola nichel free istamina free

Salve a tutti, 





oggi vi propongo la pasta al pesto di basilico nero o viola. Questo basilico tra le erbe aromatiche è considerato “la regina delle erbe” grazie alle sue numerose proprietà curative. Ha infatti proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e sembrerebbe anche che un infuso di basilico nero sia miracoloso contro lo stress grazie alla sua proprietà calmante! È anche un ottimo rimedio naturale contro la cattiva digestione e la tosse. Il basilico viola è anche ricco di minerali e vitamine. 

Questo in questione arriva dalla giovane e innovativa azienda Fruithydrosinni sita a Policoro, nella piana del Metapontino in Basilicata che lo produce con la tecnica idroponica e quindi può essere utilizzato anche da chi come me ha problemi di allergia al nichel. Questo tipo di coltivazione lo rende  nichel free e istamina free. Il profumo è meno intenso del classico basilico verde ma il gusto è strepitoso, leggermente più aromatico molto saporito. Per chi volesse acquistarlo può contattare l'azienda qui

Io ho voluto preparare un pesto “alternativo” mi scuso con i genovesi ma purtroppo non potuto utilizzare i pinoli essendo in detox. Ma vi assicuro che il risultato è ottimo. 


              INGREDIENTI 

  •  50 g di foglie di basilico nero o viola
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaio di pecorino
  • olio extravergine di oliva qb
  • sale qb
  • penne rigate o pasta a piacere



           PROCEDIMENTO 


Mentre mettiamo a bollire l’acqua e cuociamo la pasta, prepariamo rapidamente il nostro pesto! Laviamo le foglie di basilico e asciughiamole con un panno, delicatamente. Tritiamo in un mortaio insieme all'aglio e all'olio aggiungendo alla fine anche il pecorino e aggiustiamo di sale. Scoliamo la pasta al dente e aggiungiamo il "pesto".












 E buon appetito e vi aspetto per la prossima ricetta. 






giovedì 11 aprile 2019

Tiramisù alle fragole

Oggi ho preparato un tiramisù alle fragole e ho utilizzato un CONTENITORI PER TIRAMISÙ IN PLASTICA FUMÈ CON COPERCHIO acquistabile qui








Ingredienti 
  • 500 gr fragole
  • 250 gr mascarpone
  • 200 gr panna montata
  • 4 cucchiai di latte condensato
  • qualche goccia colorante alimentare rosso
  • zucchero q.b.    


PROCEDIMENTO 

Tagliate le fragole a pezzetti e mettetele a macerare con qualche cucchiaio di zucchero e il succo di un limone. Intanto in una ciotola montare la panna e aggiungete il mascarpone e il latte condensato. Raccogliere il succo ottenuto dalla macerazione e bagnare i savoiardi. Mettete metà del composto con la panna poi le fragole a pezzetti lasciando e circa metà per la decorazione. Fate un altro strato di savoiardi. Finire con la metà del composto di panna dove avete aggiunto qualche goccia di colorante alimentare rosso. Decorare con le fragole e buon appetito. 





lunedì 10 settembre 2018

“IASA Experience 2018”

Buongiorno a tutti oggi vi parlo del contest “IASA Experience 2018” .
Contest indetto dalla Società “IASA s.r.l.” in collaborazione con la “Fabbrica della Pasta” e “Le Vigne di Raito”.

La “IASA s.r.l.” con sede in Pellezzano (SA) alla Via Nofilo 25, dedita dal 1969
alla lavorazione e commercializzazione di prodotti ittici, quali tonno, alici, colatura, ecc. È un'azienda leader sul mercato in innovazione e tradizione i cui prodotti rappresentano una eccellenza del made in Italy.
IASA experience 2018 è un’iniziativa realizzata cone detti sopra anche grazie al contributo dei partner “La Fabbrica della Pasta” e “Le Vigne di Raito”.  Ogni partecipante riceverà un kit composto da:

- Tonno in olio di oliva;
- Filetti di alici sott’olio;
- colatura di alici di Cetara;
- peperoncino in olio di oliva;
- pasta di Gragnano.



e dovrà realizzare delle ricette innovative e originali che esaltino i sapori mediterranei utilizzando almeno uno dei prodotti IASA sopracitati.
Le ricette dovranno contenere l’indicazione precisa degli ingredienti utilizzati e n. 2 (due) scatti fotografici dei piatti finiti e uno scatto che ritrae il blogger con i piatti realizzati.



Io partecipo con un piatto freddo e un primo piatto come richiesto da regolamento.
Come piatto freddo ho deciso di preparate delle classiche bruschette arricchite con il peperoncino (che devo dire essere molto piccante, l'ho trovato buonissimo) e i Filetti di alici, mentre  come primo piatto invece ho utilizzato gli Spaghetti al Mandolino, e il Tonno.  Va veniamo alle ricette...


 Bruschette piccanti al profumo di mare 

Ingredienti per 2 persone 

4 fette di pane casereccio
2 pomodori
1 spicchio d'aglio
qualche foglia di basilico
2 cucchiai di peperoncino sott'olio IASA
4 Filetti di alici sott'olio IASA 
Sale qb. 

Tagliare a fette non molto sottili il pane casereccio e abbrustolitele sulla piastra, poi strofinatevi lo specchio dell'aglio e cospargete con il peperoncino sott'olio. Intanto dopo aver tolto la pelle ai pomodori aggiungere qualche foglia di basilico tritato,  quindi distribuite sopra il condimento di pomodori completare appoggiando un filetto di acciuga e servite (non ho aggiunto sale nel condimento  perché  le acciughe sono già  salate).









Spaghetti  al Mandolino con tonno sott'olio


Ingredienti per 2 persone:

160 gr di spaghetti 
1 pomodoro 
120 g di tonno sott'olio IASA con 2 cucchiai dell'olio stesso 
50 gr di cipolla 
30 gr di mollica di pane 
sale, pepe e origano qb 

Fate rosolare la cipolla con l'olio il pomodoro e il Tonno,  aggiungere un pò di origano e aggiustare di sale e pepe. Cuocere al dente gli spaghetti, nel frattempo fate scaldare in un tegamino un cucchiaio abbondante di olio, buttatevi dentro la mollica sbriciolata e fatela dorare, mescolando ripetutamente. Scolate la pasta mettetela in una zuppiera da portata, conditela con la salsa con il Tonno e la mollica (che sostituisce il formaggio). Mescolate e servite subito ben caldi.











sabato 18 agosto 2018

Contest Latti da Mangiare 4.0

Salve a tutti anche quest'anno partecipo al contest  “Latti da Mangiare 4.0” organizzato da Il Palagiaccio, illustre fattoria di Scarperia in Toscana che produce latte e derivati come formaggi e yogurt con le mucche che si godono l’aria, l’acqua e i prati del Mugello.

   


Quest'anno ai già  gustosi prodotti caseari si aggiunge un altro prodotto speciale, il Tonno di Firenze, prodotto che non avevo ancora assaggiato ma che vi consiglio perché davvero delizioso e buono. Il contest prevedeva di realizzare un menù "fusion orientale" o un menù "americano" con la preparazione di un piatto salato e un dolce. Utilizzando uno o più  prodotti del kit composto da tagli di formaggi di circa 250 gr di Gran Mugello, Blu Mugello, Fior di Mugello
e di un vasetto da 180 gr. contenente il Tonno di Firenze.




Io ho scelto il menù "americano" ma in realtà i piatti sono una mia libera interpretazione e non un rifacimento di ricette tradizionali che ho ideato pensando alle proposte della storica Fattoria Il Palagiaccio. Mi sarebbe piaciuto viaggiare e conoscere i piatti tradizionali degli altri paesi anche se devo dire che tutti invidiano la nostra cucina.
Ma veniamo alle ricette, per il piatto salato ho realizzato un primo composto da Penne con radicchio, tonno di Firenze e Blu Mugello. Come dolce invece ho fatto dei bastoncini con i Fior di Mugello.

PENNE RADICCHIO TONNO E BLU MUGELLO





Mentre le penne si cuocevano ho fatto rosolare in una padella antiaderente con un pò d’olio EVO mezza cipolla con il radicchio rosso e il "tonno". In un pentolino invece ho fatto sciogliere il Blu Mugello con un po di latte. Quando le penne erano al dente le ho scolate e ho aggiunto il condimento di radicchio e "tonno" e il formaggio come se fosse panna, ho aggiunto un pò  di pepe e infine ho impiattato in un letto di radicchio. 





Flapjack con FIOR DI MUGELLO 


Ingredienti: 400 grana di fiocchi d'avena 
                      125 gr di burro 
                      125 gr di zucchero di canna 
                      100 gr di gocce di cioccolato 
                        80 gr di fior di Mugello 
                        un cucchiaio di miele
                        un pizzico di sale

Procedimento 
A differenza della ricetta originale che prevede di sciogliere il burro con lo zucchero in un pentolino e una volta freddo aggiungere tutti gli ingredienti io ho deciso di impastare tutto insieme e poi invece di mettere il composto in una teglia rettangolare e poi tagliarli a bastoncini una volta cotti, io li ho messi direttamente in uno stampo a forma di bastoncini. Li ho cucinati in forno statico a 150 ° per circa 40 minuti. Una volta sformati li ho cosparsi di zucchero a velo e cannella. Davvero deliziosi.






5



Spero che il mio menù vi sia piaciuto e non mi resta di darvi appurtamento al prossimo contest.


venerdì 23 febbraio 2018

Bella Lodi, formaggio grana

Salve a tutti,
come credo in tutte le tavole degli italiani  anche nella mia il grana non può mai mancare. Conoscevo da tempo i prodotti "Bella Lodi" perché  li trovo facilmente nel mio supermercato. Quando ho avuto la proposta di questa collaborazione sono stata alquanto contenta. Ma iniziamo a parlare un pò  dell'azienda Lodigrana nata nel 1947, l'anno in cui tre giovani fratelli ancora studenti decidono di trasformarsi in imprenditori del settore caseario. Ma è negli anni '90 che cresce e si diversifica fino ad arrivare al lancio della specialità casearia che traduce in sapore questa storia familiare diventando Bella Lodi.




Oggi troviamo diversi formati:

Bella Lodi  classico

Bella Lodi con Caglio vegetale (prodotto con “caglio vegetale OGM free” adatto particolarmente  per persone vegetariane)

Bella Lodi Riserva Oro (dal sapore più forte, stagionato, friabile, granuloso e dalla crosta  d'oro)

Salva Cremasco DOP (un formaggio molle da tavola, a pasta cruda, prodotto esclusivamente con latte di vacca intero, a crosta lavata).

Panerone PAT o pannerone (un formaggio tipico della cultura enogastronomica Lodigiana  molto raro e particolare, a pasta cruda, da latte bovino intero, riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale

Quartirolo Lombardo DOP (formaggio molle da tavola prodotto con latte vaccino a Denominazione di origine protetta (DOP).

Laudella (formaggella tipica artigianale morbida e leggera ottenuta dalla lavorazione di latte vaccino intero con una stagionatura di almeno 4 mesi).

Raspadura (ottenuta sfogliando un formaggio "giovane" con una lama speciale)



Dal noto colore bianco, con variazioni molto contenute anche in estate, ha un profumo intenso e  fragrante; il sapore non è piccante né troppo salato come altre formaggi ma la particolarità che lo contraddistingue è la crosta nera ottenuta un tempo dalla miscela di argilla, olio di vinaccioli e carbone o fuliggine oggi invece da colori naturali. Io ho ricevuto un pacco contenente:



- una confezione di Grana Lodigiano con la crosta nera (250g)



- una confezione di grattugiato fresco (80g)




- una confezione di Raspadura (184g)

Inutile proporvi le foto del grana classico o grattugiato sopra i miei piatti, voglio invece farvi vedere le foto della "Raspadura ".

La “Raspadura” si trova in una comoda vaschetta, all’inizio pensavavo fossero delle classiche scaglie di formaggio ma una volta aperta la confezione con gran stupore ho scoperto che non era così, la forma e la consistenza sottile ricorda le scaglie ma sono delle sfoglie
lunghe e compatte. Incuriosita dall’aspetto l'ho subito assaggiate nel modo più semplice, ho preso un pezzo di formaggio e l'ho  mangiato... buonissima si scioglie in bocca. Poi ho deciso di provarla sulla pizza, e anche in questo caso sono rimasta più che soddisfatta.







 Vi consiglio vivamente di acquistare e provare questi formaggi, non ve ne pentirete.